Il ponte del 2 giugno in Campania rappresenta l’occasione più adatta per andare alla scoperta o alla riscoperta delle meraviglie che offre la nostra regione.

Primavera inoltrata, voglia di mare, di montagna o di una bella gita al lago? Passiamo subito ai suggerimenti utili per chi è in cerca di idee su come utilizzare i giorni di Festa della Repubblica Italiana.

Cosa fare il 2 giugno in Campania?

Che vogliate dedicarvi all’escursionismo o semplicemente ad una gita fuori porta, qui non avrete che l’imbarazzo della scelta grazie alla presenza delle zone costiere, dei paesaggi lacustri, di colline e montagne, senza dimenticare le zone di campagna, ricche di agriturismi e ristoranti in grado di soddisfare ogni esigenza.

come muoversi in costiera amalfitana

Da leggere: itinerario costiera amalfitana

Il ponte del 2 giugno per tanti rappresenta anche il momento per immergersi nei primi sentori dell’estate e per dedicarsi al relax programmando una passeggiata in uno dei tanti luoghi ricchi di bellezza tipici della Campania.

Il ponte del 2 giugno al mare

Se si decide di andare al mare, sono numerose le zone dove poter trovare pace, tranquillità e paesaggi da cartolina. Ci si può dirigere verso la Costiera Amalfitana e fermarsi a pranzo a Positano, a Ravello, oppure ancora sulle spiagge di Sorrento e Maiori, da sempre le più frequentate anche durante il ponte del 2 giugno.

Luoghi dove godere di paesaggi unici al mondo nella stagione in cui buganvillee, glicini e limonaie sono al massimo splendore e si sposano con i nostri colori mediterranei.

ravello visitcampania

Leggi Ravello, Villa Rufolo e Villa Cimbrone, Fiordo di Furore, e Feste e Sagre in Campania

Se per il vostro 2 giugno in Campania avete voglia di prendere la via del mare, potete senza dubbio scegliere le belle isole partenopee di Capri, Ischia o Procida.

A Capri potreste dedicarvi una bella passeggiata per le colorate stradine del centro, ad esempio dalla Piazzetta verso via Camerelle ammirando le vetrine patinate e i lussuosi alberghi disseminati per l’isola. Concedervi un pranzo da Paolino all’ombra degli agrumi, prolungare la passeggiata fino al Faro di Punta Carena per fare un aperitivo oppure ancora visitare Villa San Michele.

Leggi: Capri itinerario a piedi e storia

Passare il 2 giugno a Ischia e Procida

A Ischia potreste dedicarvi al turismo del benessere, scegliendo un hotel dotato di piscine riscaldate oppure uno dei tanti parchi termali disseminati sull’isola.
La Zingara e il Coniglio all’ischitana sono le cose che raccomandiamo di non perdere se avete voglia di mangiare qualcosa di realmente tipico.

Piccola guida per innamorarsi di Ischia - Sant'Angelo Ischia
Ischia – borgo di Sant’Angelo

A Procida potreste invece dedicarvi alla cromo terapia che offre l’architettura tipica del posto. Recatevi a Marina di Corricella e concedetevi un pranzo a base di pesce alla Lampara, e ammirate i colori pastello delle case dei pescatori, con i loro archi e le tipiche scale a becco d’oca.
Uno spettacolo ineguagliabile!

Visitare Procida visitcampania
Visitare Procida foto di visitcampania

Da Leggere: Piccola guida per innamorarsi di Ischia e Visitare Procida: itinerari

Se invece volete sfruttare il vostro ponte del 2 giugno in Campania per. conoscere meglio Napoli, potreste visitare il cimitero delle fontanelle oppure ripercorrere i luoghi che hanno ispirato il film “Napoli Velata”. Sul lungomare Caracciolo potrete mangiare una pizza o un piatto di spaghetti di fronte al mare. Con un po’ di pazienza troverete sicuramente un posto in uno dei tantissimi ristoranti e pizzerie che popolano questo luogo, e non dovrete fare altro che rilassarvi e godervi la vista sulla città.

Consiglio di gusto: la zuppa di cozze de ‘a Figlia d’’o marenaro

Casina Vanvitelliana, Bacoli – Napoli

Il weekend del 2 giugno in Campania ai laghi

Sempre a Napoli, molto belli il paesaggio che offre il Lago Fusaro a Bacoli. La sua importanza più che turistica è storica: un tempo l’area era considerata una palude infernale, e ancora oggi si possono trovare tracce di queste leggende all’interno della Casina Vanvitelliana, che fu costruita per opera di Ferdinando IV di Borbone, uno dei più importanti re di Napoli.

Leggi anche: Laghi da visitare in Campania e 7 Castelli da vedere in Campania

Castelli da vedere in Campania

Weekend del 2 giugno in Campania: le zone di montagna

Anche per gli amanti della montagna non c’è che l’imbarazzo della scelta.
Il nostro consiglio ricade su un posto poco conosciuto e non molto frequentato dal turismo di massa. Parliamo del Parco Regionale del Matese, zona che può essere apprezzata da tutti i membri della famiglia anche per la presenza di spazi per fare pic nic con vista sul lago. Un luogo assolutamente da visitare è la Cipresseta di Fontegreca, oasi naturale con cascate, pozze d’acqua naturali, bosco verticale di cipressi unico al mondo e arie relax.

cipresseta di fontegreca
cipresseta di fontegreca

Mete Avellino: si può spaziare tra i Monti Picentini, dal Monte Tuoro fino al Massiccio di Montevergine, dove oltre alla visita al famoso santuario si può andare a cavallo, fare belle passeggiate, e fermarsi per un pranzo a base di prodotti tipici.

Cosa fare e vedere ad Avellino e dintorni
Avellino

Per chi vorrebbe immergersi nei fasti dell’epoca medievale e andare alla scoperta di alcuni borghi caratteristici, potrebbe dirigersi verso Summonte, indicato come uno dei borghi più belli d’Italia, oppure cambiare direzione e andare alla scoperta di Casertavecchia.
Se optate per quest’ultima opzione non potete esimervi dal visitare anche la Reggia di Caserta e magari anche il Complesso Museale del Belvedere di San Leucio.

Visitare Reggia di Caserta visit campania

Leggi anche: Ristoranti e Pizzerie vicino alla Reggia di Caserta

Qualsiasi sia la scelta di come passare questi giorni della Festa della Repubblica in Campania, le possibilità di organizzare una giornata all’aria aperta sono tante, ma non bisogna dimenticare che si tratta anche di escursioni che vanno programmate e organizzate con un po’ di anticipo, per non rischiare di rovinarsi la vacanza a causa del traffico e dell’affollamento.

Valeria D'Esposito

Artigiana orafa per vocazione e blogger per passione con un forte attaccamento alla mia terra d'origine. Scrivo di gioielli su magazine di settore, sul mio blog personale Pizzo cipria e Bouquet, sono giornalista, smm e web writer freelance.
Non mi stanco mai di esplorare la Campania.
Valeria D'Esposito