Oggi parliamo di una passeggiata da fare a Capri, ideale per chi arriva sull’isola e desidera andare in esplorazione con un bel cammino che unisce natura e cultura.

Se state pianificando un week end a Capri in un periodo non troppo caldo, questo percorso vi mostrerà uno dei suoi lati più caratteristici, e vi darà la possibilità di conoscere anche qualcosa della storia dell’isola.

L’itinerario parte da Via Vittorio Emanuele verso la Certosa di San Giacomo. Da qui si raggiungono i Giardini del Parco Augusto, dove si può godere di uno splendido affaccio sul mare e di una panoramica sulla celebre via Krupp, sui Faraglioni e su Marina Piccola.

Capri Itinerario a piedi dalla Piazzetta alla Certosa di San Giacomo

Dall’angolo del bar Tiberio, nella Piazzetta che simboleggia il cuore dell’isola, si imbocca Via Vittorio Emanuele, una delle arterie principali nonchè mecca dello shopping. Questa stradina caratteristica è ricca di eleganti negozi, gioiellerie e boutique dove trovare capi esclusivi, per la gioia degli habitué e dei turisti che da tutto il mondo ogni anno trascorrono le vacanze a Capri.

Un piccolo cenno storico:

Tutte le attività turistiche del Grand Tour ruotavano intorno all’istituzione più importante di allora: la famosa “Locanda Pagano”, oggi Hotel La Palma Capri, già in attività dai primi decenni del 1800.

Questo edificio divenne ben presto un famoso salotto culturale, frequentato da artisti e letterati di ogni specie.

E fu in quel periodo che alla Locanda Pagano arrivarono l’artista Augusto Kopish ed il suo amico Ernest Fries, che insieme all’allora proprietario Don Giuseppe Pagano e al marinaio caprese detto ‘O Riccio, diedero “luce” alla Grotta Azzurra, dopo essere stati folgorati dall’azzurro splendore di quelle acque, segnando una svolta storica nella storia del turismo a Capri.

Percorrendo Via Vittorio Emanuele, prendete via Serena e svoltate a sinistra per Via Certosa, fino ad arrivare alla Certosa di San Giacomo, attualmente sede del liceo classico di Capri, un suggestivo monumento che testimonia il periodo monastico e medievale di Capri.

L’abitato di Capri all’epoca della costruzione della Certosa di San Giacomo, era completamente racchiuso nella cinta muraria, per cui corrispondeva al luogo migliore per ubicare il monastero. Dalla sua inaugurazione, con il favore della Regina di Napoli Giovanna I d’Angiò, godette di molteplici privilegi che fruttavano rendite e tributi, che assicurarono ai Certosini un benessere spropositato.

Tutto cambiò quando la Sovrana morì, e il proprietario, il conte Arcucci, venne privato di tutti i suoi beni. Dopo la soppressione degli ordini monastici ad opera di Gioacchino Murat, la Certosa di San Giacomo divenne acquartieramento militare.

La Certosa di San Giacomo è un grandioso esempio di architettura caprese tipica, e al suo interno si conservano dipinti, affreschi e opere d’arte.

Orario di visita: Maggio 10:00/18:00 – Giugno, Luglio e Agosto 10:00/19:00 – Settembre e Ottobre 10:00/17:00 – Novembre e Dicembre 9:00/14:00 – chiuso il lunedì
Ingresso: Euro 4,00. Ingresso Certosa di San Giacomo + Giardini di Augusto: Euro 3,00
Gratuito per i cittadini UE sotto i 18 anni.
2,00 Euro: per i cittadini UE di età compresa tra 18 e 25 anni.
Gratuito: la prima domenica di ogni mese.
Per le esposizioni temporanee, di solito sono gratuite oppure può essere richiesto un biglietto a parte.

Capri itinerario a piedi tra storia e bellezza

Capri cosa vedere dalla Certosa di San Giacomo ai Giardini di Augusto.

Risalendo dalla Certosa percorrendo l’omonima strada, si imbocca Via Matteotti e si raggiungono i Giardini di Augusto, che furono proprietà dell’industriale tedesco Krupp, e verso gli anni 30 sistemati con le odierne terrazze a strapiombo sul mare. Il panorama è davvero incantevole: intorno a voi si staglieranno la Marina Piccola, i Faraglioni, il Monte Solaro e la Grotta delle Felci in tutta la loro maestosa bellezza.

Capri itinerario a piedi tra storia e bellezza

Dalle terrazze si può ammirare l’architettura maestosa della Certosa di San Giacomo nel suo complesso, e la varietà delle volte estradossate coperte con un battuto di lapillo e calce, peculiare tecnica locale che fu il fiore all’occhiello delle maestranze capresi fino alla prima metà del Novecento.

Guardando in alto si può ammirare la collina del Castiglione, la stele dedicata a Lenin realizzata nel ‘70 da Giacomo Manzù, e l’Albergo Villa Krupp.

Dalle terrazze dei Giardini di Augusto si può anche ammirare la via Krupp, che, con i suoi caratteristici tornanti, conduce a Marina Piccola. Fu voluta dall’industriale tedesco nel 1902, e al momento è chiusa per problemi che riguardano la messa in sicurezza.

Ingresso: 1,00 Euro dal 1 °marzo al 15 novembre. Gratis bambini fino a 11 anni
Orari: dalle 09.00 alle 19.30

Valeria D'Esposito

Valeria D'Esposito

Jewelry & Travel Blogger at Pizzo Cipria e Bouquet
Orafa e Turista fai da me con un forte attaccamento alla terra d'origine, scrivo di viaggi e di gioielli su magazine di settore e sul mio blog Pizzo cipria e Bouquet e lavoro come web writer freelance. Non mi stanco mai di esplorare la Campania.
Linkedin
Valeria D'Esposito