Se state pianificando una visita alla piccola e ridente città di Avellino, aspettatevi di trovare una versione della Campania tutta incentrata sull’alta qualità: buon cibo, cultura, arte ed eventi strettamente legati al territorio.

Scopriamo cosa fare e vedere ad Avellino e dintorni.


Avellino è una città campana  tranquilla e ricca di caratteristiche interessanti. Completamente immersa nel verde dell’Irpinia, dispone di un territorio connotato da bellezze naturali di grande spessore.
Con la sua storia e le sue antiche e preziose tradizioni, lo splendore di una natura ancora incontaminata ed il grande legame esistente tra l’ uomo e il suo territorio, la provincia di Avellino porta con sé un fascino discreto che ogni persona amante della tranquillità e della bellezza non potrà fare a meno di notare visitandola.
Paesaggi incantati, alte montagne, decine di chiese, agriturismi, giardini e tanta tranquillità: la verde Avellino può essere davvero la meta ideale per chi ama fare turismo in totale relax e tranquillità.

Cosa fare e vedere ad Avellino e dintorni

Cosa fare e vedere ad Avellino e dintorni

Avellino deve il suo nome agli antichi Romani che la fondarono; il nome  deriva da mela, per la grande abbondanza di meleti che c’erano in passato nella zona. Oggi sono molto abbondanti le piantagioni di nocciola, uno dei prodotti più caratteristici di questa provincia.
Avellino è collocata in una vasta valle, la cosiddetta conca avellinese, in un contesto naturale splendido, contornata dalla catena montuosa dei Monti Picentini, dal Monte Tuoro e dal noto Massiccio di Montevergine. Quest’ ultimo rappresenta un sito di fama mondiale per la presenza del suo splendido Santuario di Montevergine, un meraviglioso complesso monastico che è meta di circa due milioni di pellegrini all’anno, provenienti da ogni parte d’Italia e del mondo, che – partendo da Ospedaletto d’Alpinolo a piedi, attraverso le tortuose e caratteristiche stradine di montagna, o grazie alla caratteristica funicolare che parte da Mercogliano – raggiungono il Santuario.

Simbolo della città di Avellino e tappa obbligata per la sua maestosità e bellezza è la Cattedrale, conosciuta come Duomo di Santa Maria Assunta e di San Modestino (patrono della città, festeggiato il 14 febbraio), il principale luogo religioso consacrato alla Vergine Assunta. All’interno del Duomo sono conservati numerosi dipinti a tema religioso e statue, come quella della Madonna Assunta, che viene portata in corteo il giorno di Ferragosto durante la processione dell’Assunta, antica tradizione alla quale il popolo del capoluogo irpino è fedele da sempre.

Cosa fare e vedere ad Avellino città?

Attrazione ed arteria centrale del capoluogo irpino è il Corso Vittorio Emanuele, zona centrale e pedonale della città, che ha subito un radicale restyling nell’ ultimo decennio. Questo è il cuore della vita avellinese, pullulante di negozi, bar, attività commerciali, si estende dalla famosa Piazza della Libertà, caratteristica con le sue fontane e dominata dal Palazzo Vescovile e recentemente ristrutturata, fino a sfociare nel Viale dei Platani, zona frequentatissima dai giovani avellinesi per la presenza dei più noti bar e locali della città.


Lungo il Corso Vittorio Emanuele sorgono la Chiesa del Santo Rosario e la Villa comunale, amata dai più piccoli che possono godere di scivoli, altalene e tanto divertimento.
Emblema di Avellino è la Torre dell’Orologio. Alta 36 metri, venne danneggiata dai disastrosi terremoti del 1668 e del 1742, e da quello del 23 novembre 1980, che causò disastri e danni irreparabili all’architettura della città.
Ovviamente se si visita Avellino non si può fare a meno di vedere la Fontana di Bellerofonte, chiamata anche Fontana di Costantinopoli o Caracciolo, ma conosciuta dagli avellinesi come “Fontana dì tre cannuòli” per la sua conformazione.
Gli amanti della cultura apprezzeranno di certo una visita al Museo Provinciale Irpino, presente alle spalle della Villa Comunale. Esso conserva diversi reperti archeologici della zona, dall’età neolitica fino all’epoca della dominazione romana. Esso è meta di scolaresche, visite guidate ed appassionati di ogni età.

Avellino non è solo una bella città, tranquilla e perfettamente rappresentativa del rapporto fra uomo e natura esistente in Irpinia: è anche una città da vivere. E così durante la sera questo luogo così tranquillo e rilassante diventa un posto da scoprire, con tanti locali che animano la vita notturna con musica e drink, vinerie sofisticate, tante pizzerie e ristorantini per ogni gusto.

Cosa mangiare ad Avellino: l’offerta enogastronomica


Dal punto di vista enogastronomico, Avellino e l’Irpinia tutta emergono e si distinguono con piatti, cibi e vini rinomati ed originali, dai sapori veri e genuini, risultato e frutto di una terra ridente e prosperosa. Piatti tipici sono rape e patate, gli gnocchi, la zuppa di fagioli e castagne, carni, il caciocavallo impiccato, salumi e formaggi d’eccellenza, la pizza con l’erba, la pizza con i fagioli, i peperoni ripieni; vini locali sono invece il Greco di Tufo, il Turasi, il Fiano di Avellino.

Visitare Avellino: le feste tradizionali campane

A testimonianza di ciò, numerosissime e conosciute sono le sagre tradizionali irpine, come quella del fungo porcino, la sagra della castagna, quella della patata, del maiale, la sagra del fusillo e del pezzente…insomma tantissime sono le prelibatezze di questa terra e numerose le occasioni per assaporarle e godere di ottime degustazioni di prodotti tipici.

Cosa fare e vedere ad Avellino e dintorni


Le attrazioni avellinesi sono tante, non c’è che l’imbarazzo della scelta. Dal Teatro Carlo Gesualdo in Piazza Castello al Parco Santo Spirito, dalla Dogana al Palazzo Abbaziale di Loreto, dalle aziende vinicole alla Cripta della Cattedrale ed ancora il Museo provinciale Irpino. Tante, tantissime le cose da vedere ed affascinanti i luoghi da visitare, accompagnati da buon cibo e buon vino che daranno un tocco in più alle giornate trascorse in un simile splendido paesaggio.

Ma soprattutto, se potete scegliere il periodo per vedere queste zone, sappiate che è davvero meraviglioso visitare Avellino a Natale. In questo periodo, i suggestivi mercatini natalizi che si estendono lungo l’intero Corso Vittorio Emanuele illuminano tutta la città e creano un’atmosfera unica, ogni anno le luci e le decorazioni arricchiscono la bellezza del Corso Vittorio Emanuele: palline illuminate, strumenti musicali decorati e casette di legno che offrono le prelibatezze tipiche di questo territorio saranno pronte a scaldare un Natale originale e tutto irpino!

Se invece scegliete di visitare Avellino a Pasqua, oppure nelle giornate primaverili ed estive, paradisiache sono le passeggiate ed i pic-nic nella zona di Serino, paesino noto in tutta la Campania per il buon cibo e i paesaggi mozzafiato. Castagneti e faggeti a perdita d’occhio conducono fino alla più alta montagna, con aria pura e un silenzio interrotto da qualche verso amico! Non di rado infatti per strada o nei prati si possono incontrare mucche, tori, vitelli o cavalli, che vivono sereni nel loro scenario naturale. Insomma un’avventura davvero unica e paesaggi bucolici tutti da scoprire!

Valeria D'Esposito

Valeria D'Esposito

Jewelry & Travel Blogger at Pizzo Cipria e Bouquet
Orafa e Turista fai da me con un forte attaccamento alla terra d'origine, scrivo di viaggi e di gioielli su magazine di settore e sul mio blog Pizzo cipria e Bouquet e lavoro come web writer freelance. Non mi stanco mai di esplorare la Campania.
Linkedin
Valeria D'Esposito