Il Fiordo di Furore, alle porte della Costiera Amalfitana, è uno dei più bei luoghi da visitare in Campania, per la sua bellezza mozzafiato, ma anche perchè è il simbolo al quale si collega una storia tutta italiana che parla d’amore e di grande passione.

I protagonisti, l’attrice Anna Magnani “Nannarella”, e il regista Roberto Rossellini.

Il Fiordo di Furore e la costiera amalfitana furono esclusivo set per uno dei due episodi del film del 1948 “Amore” una “favola” ideata da Fellini, allora aiuto regista di Roberto Rossellini, il quale con Anna viveva una burrascosa storia d’amore anche nella vita reale.

Si narra che durante le riprese del film arrivarono delle lettere da Ingrid Bergman indirizzate a Roberto, dove l’attrice chiedeva un incontro con il regista sperando in una futura collaborazione. Questo scatenò la violenta gelosia della Magnani.

borghi da visitare in Campania: Furore e il suo fiordo

Il ricordo dei due amanti legato al Fiordo di Furore

Al ristorante Hostaria di Bacco a Furore, uno dei più antichi e prestigiosi della Costiera, ricordano ancora la presenza di Anna Magnani, ella vive nel ricordo di Raffaele Ferraioli, sindaco di Furore e patron dello storico ristorante, questa la storia:

Nannarè, mezza porzione!
Correva l’anno 1948: Anna Magnani e Roberto Rossellini giravano al Fiordo “Il miracolo”, secondo episodio del film L’Amore e, spesso di sera salivano al paese e si fermavano a cenare presso la nostra trattoria.
Anna amava molto la pasta. Quella fatta in casa da nonna Letizia la faceva impazzire. Non riusciva a rinunciare al primo piatto, ma dopo averlo regolarmente ordinato, si faceva prendere da una sorta di pentimento. Prima che il cameriere, nonno Andrea, si allontanasse per portare la comanda in cucina, gli correva dietro, precisandogli: “A me, mezza porzione!”
Questa raccomandazione, ripetuta tutte le volte che la coppia si sedeva a tavola, diventò uno sfottò che Roberto rivolgeva alla sua innamorata tutte le volte che qualcosa non andava secondo le loro aspettative, sfruculiandola: “Nannarè, mezza porzione!”
Quando i due innamorati si portavano dietro in queste escursioni l’amico Federico Fellini, bisognava portare subito a tavola, prima ancora del pane e delle posate, quelle che lui chiamava “scheggine” di formaggio parmigiano o, in mancanza, di provolone del Monaco.
Un’ultima chicca: il fiasco impagliato dal quale la mentecatta Mariuccia, interpretata da Annarella, sorseggiò il vino rosso di Furore fino a ubriacarsi e a cedere alle avance del viandante, Federico Fellini, scambiato per San Giuseppe, fu preso dal tavolo della nostra trattoria e portato in scena.
Queste brevi “pillole” testimoniano della presenza a Furore, presso Bacco, dei tre grandi protagonisti della storia del cinema…e non solo!

Dopo la separazione da Roberto Rossellini, Anna non tornò più a Furore, e regalò la sua casa al vecchio custode. Ora qui al Fiordo di Furore vi è l’eco museo del mare, Villa della Storta, che accoglie la mostra permanente dedicata ad Anna Magnani.

costiera amalfitana in coppia limoni furore visitcampania

Lo Chef Nino Cannavale e Hostaria di Bacco a Furore presentano Amore Furitano

Amore Furitano: tour, cena ed un dolce dedicato alla grande Anna Magnani a Furore.

Il 15 Maggio prossimo si terrà un evento enogastronomico bacchico ed un inedito dolce per ricordare la grande Anna Magnani al Fiordo di Furore e il suo amore con Roberto Rossellini.

Amore Furitano, dedicato a Nannarella, è organizzato dallo Chef Nino Cannavale e dall’Hostaria di Bacco Furore -Costa d’Amalfi, con il patrocinio del Comune di Furore, che proporranno per l’occasione il nuovo dolce dedicato alla famosa attrice, chiamato appunto “Amore Furitano”: un semifreddo di pistacchio, con latte di pezzata rossa, pera pennata e tartufo Urbani. Il dolce “solidale” è una produzione Laboratorio Carditello di Chef Cannavale, ospitato presso la Coop Davar Onlus che si occupa di disabilità, e commercializzato dal Caseificio ABC Allevatori Bufalini Casertani di Vitulazio (Ce), partner di progetto sono Dulcis in Fundo, la sindrome del cioccolato e Chantecler Capri.

Amore Furitano dedicato a Nannarella inizia il 15 maggio alle ore 16.00 con il raduno dei partecipanti a Poggio la Vela a Furore, con la proiezione del video “Furore il Paese che non c’è”.
Alle ore 17.00 è previsto il trasferimento in bus al fiordo di Furore, per poi visitare la Villa della Storta, oggi museo permanente di Anna Magnani essendo stata la alcova di Nannarella e Roberto in Costiera.

Alle ore 20.00 presso il ristorante Bacco la Cena del Buon ricordo con il menù ideato dallo Chef Nino Cannavale che presenterà il nuovo dolce “ Amore Furitano”:

Spritz alla canapa con sfizi furitani
Cuore di bufala del caseificio Abc al tartufo Urbani
Polpetta di tonno su cremoso di patate e zeste di limone Sfusato Amalfitano
Ricci furitani alla genovese di totani
Pasta e ammore
Filetto di baccalà in oliocottura su guazzetto di lenticchie Beluga
Caciotta di latte nobile “Furore” con pane di grano duro, miele e marmellata di pera pennata
Amore furitano
Liquore alla canapa
Cicale di Furore
Tozzetti all’elisir diVino
Vini Cantine Marisa Cuomo
Concerto di musica classica con canti e suoni della tradizione napoletana

Info e prenotazioni 3317392696

Leggi anche: Come muoversi in Costiera Amalfitana e Itinerario Costiera Amalfitana

Valeria D'Esposito

Artigiana orafa per vocazione e blogger per passione con un forte attaccamento alla mia terra d'origine. Scrivo di gioielli su magazine di settore, sul mio blog personale Pizzo cipria e Bouquet, sono praticante giornalista, smm e web writer freelance.
Non mi stanco mai di esplorare la Campania.
Valeria D'Esposito