Struffoli all’Anice e Strega

Tra i principali dolci natalizi della cucina campana fatti in casa, un posto d’onore è senza dubbio riservato agli Struffoli all’Anice e Strega. Rigorosamente fritti e cosparsi di miele, sono facili da fare e non mancano mai sulla tavola che rispetta la vera tradizione napoletana. Ecco di seguito la ricetta, armatevi di tanta pazienza perchè non è velocissima da fare, ma di sicuro il risultato non mancherà di allietare i vostri giorni di festa.

Ingredienti:
400 g di farina
Due uova
Una busta di vanillina
Un pizzico di sale
Un cucchiaino di bicarbonato
100 g di burro
Mezzo bicchiere di zucchero
Un cucchiaio di liquore Anice
Un cucchiaio di liquore Strega
Scorza del limone grattugiata
Miele, che va sciolto con 3/4 cucchiai di zucchero due cucchiai di acqua

Struffoli all’Anice e Strega
Procedimento:
Disponete la farina a fontana sul piano di lavoro, aggiungete uova, burro, zucchero, la scorza grattugiata di mezzo limone,l’anice, lo strega e un po‘ di sale e cominciate ad impastare. Ottenuto un composto omogeneo e sostenuto, mettetelo a riposare per mezz’ora.
Trascorsi i 30 minuti riprendete a lavorare l’impasto per un pochino e poi dividetelo in panetti della grandezza di un’arancia. Rullate quindi i panetti sul piano fino ad ottenere dei bastoncini dello spessore di un dito, e infine tagliateli a pezzettini, che disporrete senza sovrapporli su un telo precedentemente cosparso di farina. Al momento di friggerli, poneteli in un setaccio e scuoteteli delicatamente, in modo da disperdere la farina in eccesso.
Gli struffoli all’anice e strega vanno fritti a piccoli gruppi in abbondante olio bollente fino alla doratura, poi dopo sgocciolati si lasciano ad asciugare su carta assorbente da cucina.
Per la fase finale, sciogliete il miele a bagnomaria in una pentola bella grande, e spegnete il fuoco quando risulterà completamente liquido, quindi aggiungete gli struffoli, rimescolando fino a che non si siano impregnati tutti. A questo punto decorate con confettini e frutta candita tagliata a pezzettini, e rimescolate con cura.
Prendete il piatto da portata, disponete un barattolo al centro e create la vostra composizione tonda di struffoli. Prima che si raffreddi completamente il miele, aggiungete altre decorazioni di canditi e confettini a piacere.
Una volta raffreddato e solidificato il miele si potrà togliere il barattolo centrale e servire il vostro dolce natalizio.

Seguiteci anche su Facebook, aspettiamo le vostre foto della Campania per condividerle!

Valeria D'Esposito

Valeria D'Esposito

Orafa per vocazione e Turista per passione con un forte attaccamento alla mia terra d'origine, scrivo di gioielli su magazine di settore, sul mio blog personale Pizzo cipria e Bouquet e lavoro come smm e web writer freelance. Non mi stanco mai di esplorare la Campania.
Valeria D'Esposito