Caserta oltre la Reggia, passeggiando per la città

Siete a Caserta e cercate un itinerario insolito che vi faccia scoprire angoli della città alternativi alla zona di Palazzo Reale? Qui vi suggeriamo un percorso da fare a piedi, che si snoda lungo il parco della Reggia di Caserta ma attraverso le strade cittadine, in modo da poter conoscere qualcosa in più di questo capoluogo della Campania.

Leggi anche: 10 cose da vedere a Caserta

Sia che arriviate a Caserta in treno oppure in auto, il nostro primo consiglio è di tralasciare qualsiasi mezzo di trasporto e di visitare la città a piedi, in modo da poterne scoprire anche gli angoli meno conosciuti. Dopo aver dedicato il giusto tempo a visitare l’attrazione principale, ovvero la Reggia di Caserta, uscendo dal monumento e incamminandosi subito a sinistra, potrete addentrarvi nel centro cittadino attraversando il Corso Trieste, oppure immettervi in Via Mazzini, strada costellata da negozi e boutique, e proseguire fino ad arrivare a Piazza Vanvitelli.
In questa piazza, che costituisce il cuore della città, vi è l’edificio comunale decorato da dipinti di Street Art, il cinquecentesco Palazzo Acquaviva, che ospita gli uffici della Questura e della Prefettura, e il Palazzo della Banca d’Italia. Inoltre vi sono anche alcune strutture dove potersi fermare per un aperitivo o per pernottare, come ad esempio l’Hotel dei Cavalieri.

Caserta Insolita: itinerario a piedi nel centro della città

La passeggiata continua verso Via Giannone, dove costeggerete i giardini del parco reale e potrete dare uno sguardo ai luoghi insoliti di Caserta, fino a giungere in un’altra area dove molti casertani passano la serata, in quanto zona di locali e ristorantini. Volendosi fermare per una pausa, il nostro consiglio è di degustare la pizza o la cucina tradizionale campana da Vasinicola, situato in via Bosco 62.

caserta oltre la reggia vasinicola

Caserta oltre la Reggia: passeggiata per le vie della città e cena da Vasinicola

Caserta oltre la Reggia: pizza e cucina tradizionale a pochi passi dal centro città

Uno dei punti forti di questo locale a nostro avviso è la pizza alla montanara, che viene prima fritta e poi infornata, e che è davvero squisita. Mentre a chi preferisce un primo piatto tradizionale consigliamo la Genovese, piatto tipico della cucina napoletana, che qui viene servito a tavola direttamente nella sua pentola.

Il menù è ricco di sorprese: i piatti tipici della cucina campana sono il completamento di un viaggio nella tradizione che inizia appena si accede al ristorante. Gli arredi del locale infatti, parlano della Napoli popolare e raccontano la cultura napoletana attraverso tanti oggetti e simpatici orpelli affissi alle pareti, come ad esempio gli utensili da cucina, i panni stesi che richiamano la vita del quartiere e gli elementi del gioco della tombola.

Da provare assolutamente è anche il tipico Pancotto con friarielli e fagioli e le ottime polpettine al sugo, servite in tegame di coccio e immerse in un ottimo ragù napoletano.

Segnaliamo inoltre che in questa zona sono presenti anche dei bar e pasticcerie, dove potersi eventualmente fermare dopo cena e gustare qualche dolce tipico del casertano prima di riprendere la passeggiata per le stradine interne, che vi riporteranno facilmente al punto di partenza.

Valeria D'Esposito

Valeria D'Esposito

Jewelry & Travel Blogger at Pizzo Cipria e Bouquet
Orafa e Turista fai da me con un forte attaccamento alla terra d'origine, scrivo di viaggi e di gioielli su magazine di settore e sul mio blog Pizzo cipria e Bouquet e lavoro come web writer freelance. Non mi stanco mai di esplorare la Campania.
Linkedin
Valeria D'Esposito