Oggi più che mai è importante avere un sito web a norma di legge, in quanto la normativa per pubblicare online è in continua evoluzione e il mancato rispetto può comportare provvedimenti legali molto seri.

Qual è la differenza tra blog e testata giornalistica?

I termini diario online e blog vengono usati molto spesso in maniera intercambiabile per indicare la stessa cosa. Un blog generalmente viene utilizzato per condividere pubblicamente le opinioni dell’autore su argomenti specifici. 

Nel tempo, i blog sono diventati così importanti che persino le aziende hanno iniziato ad utilizzarli per aggiornare le persone su prodotti e cambiamenti nel loro settore o nella loro attività. 

Molti blogger utilizzano il loro spazio online per tenersi in contatto con il proprio seguito di persone, nonché per condividere con loro pensieri e sentimenti su determinati argomenti. 

Uno dei primi blog personali venne pubblicato su una pagina web nel 1996. Da allora tantissime persone hanno deciso di diventare blogger, fino ad arrivare ai nostri giorni, in cui non è più possibile tenere il conto di quanti blog esistano.

Fare blogging ha anche cambiato il mondo in termini di digital marketing

Nel 2006, la rivista Entrepreneur ha elencato questo particolare spazio come uno dei migliori strumenti di marketing dell’anno, in grado di far aumentare il valore di un sito web, in quanto permette di condividere informazioni e notizie con una community online.

Al di là dei fini commerciali, in un blog l’autore è libero di esprimere idee, conoscenze, opinioni ed esperienze. L’obiettivo non è tanto quello di divulgare informazioni e news, quanto quello di creare una discussione in uno spazio virtuale. 

Alla luce di queste premesse, si può affermare che un blog non può essere equiparato ad una testata giornalistica online, e pertanto non può essere soggetto alla legge sulla stampa. Ne consegue che chi tiene un blog non ha l’obbligo di nominare un direttore responsabile, né quello di rispettare una periodicità di pubblicazione o di verifica della veridicità delle notizie, ma ha comunque l’obbligo di rendere il sito web a norma di legge.

In base alla Legge 62/2001 “Nuove norme sull’editoria e sui prodotti editoriali”, le testate giornalistiche online divulgano informazioni e notizie e, in quanto prodotti editoriali al pari delle testate giornalistiche classiche, devono obbligatoriamente essere registrate presso il Tribunale e avere un direttore responsabile, un editore, e l’identità dell’internet provider dichiarata.

Vuoi farti promuovere su Visit Campania?

Blog in rete: sesto incontro

Il sesto incontro di Blog in Rete ha visto la tutor Ilaria Bartolucci impegnata in una lezione sugli aspetti normativi da conoscere e rispettare per rendere un sito web a norma di legge.

Tanto al fine di potersi esprimere senza violare le leggi e operare nel rispetto delle norme sulla privacy, sul copyright, e sulla protezione della proprietà intellettuale dei contenuti. Materie che hanno assunto importanza sempre più crescente negli ultimi anni.

Blog in rete è un percorso formativo strutturato della durata di un anno, nato allo scopo di creare una community e al tempo stesso di accrescere la Brand Awarness dei partecipanti.

Per questo motivo richiede un impegno importante sia da parte della erogatrice SeoSpirito Società Benefit srl che da parte del partecipante. L’impegno di noi partecipanti consiste in un allenamento intensivo nel copywriting e nell’esecuzione di attività di learning by doing.

Per conoscere tutor e argomenti degli incontri precedenti clicca su:

  1. Fabiana Palu per il Business Model Canvas
  2. Salvatore Russo per il Personal Branding
  3. Regina Moretto per la Scrittura Potente
  4. Assunta Corbo per il Giornalismo Costruttivo
  5. Luisella Curcio per il Piano Editoriale

Quali sono i requisiti di un sito web a norma di legge?

Se per sito web intendiamo una vetrina virtuale, la legislazione in Italia ci indica delle norme anzi dei principali adempimenti da adottare e degli strumenti per fare in modo che sia conforme al GDPR e non solo.

Avere un sito web oggi comporta delle responsabilità, quella più importante è nei confronti degli utenti che atterrano sul nostro sito o blog.

Importante ricordare che su tutti i siti web vige il principio di privacy e quindi necessario il controllo delle informazioni raccolte e che prevedono il trattamento di dati personali.

Tutti i dati personali che vengono raccolti devono essere tutelati, ma bisogna fare attenzione. Esistono anche dei modi diversi, a volte non messi in chiaro, di raccolta dati. Si parla ad esempio dei pulsanti che rimandano ai canali social, oppure l’utilizzo di una mappa interattiva che riporta la geo localizzazione dell’azienda e permette di calcolare ad esempio un percorso. Infine Google analytics, che è un servizio che consente al titolare del sito di ottenere delle statistiche sul modo in cui viene utilizzato il proprio sito web.

Importante è quindi redigere per il proprio sito web a norma di legge un testo sulla privacy e cookie policy, che deve riportare tutti i punti obbligatori previsti dal GDPR

Inoltre, il consenso dell’utente è una delle basi giuridiche che possono rendere lecito o illecito il trattamento dei dati.

Il discorso è più complesso per quanto riguarda i siti e-commerce, perché essi prevedono la possibilità di registrarsi al sito e di creare un account per poter accedere. Questo al fine di utilizzare un carrello, poter acquistare prodotti e anche di getire delle Wishlist.

Necessario quindi per la gestione corretta del sito web a norma di legge di utilizzare degli strumenti per semplificare l’adempimento degli obblighi legali.

In primis c’è il cosiddetto banner per i cookie. Se il sito web utilizza esclusivamente cookie tecnici non è previsto obbligo di richiesta del consenso, diverso è invece se il sito utilizza altre tipologie di raccolta, come ad esempio quelle finalizzate alle statistiche, e alla profilazione.

In definitiva quando si pensa ad un sito web a norma di legge è importante tenere presente l’obiettivo finale, che è quello di impostarlo in modo che sia funzionale rispetto alla strategia di marketing, ma anche rispetto al corretto trattamento dei dati personali degli utenti.

Chi è Ilaria Bartolucci

Ilaria Bartolucci è un avvocato del foro di Padova e consulente legale de LeRosa.

Svolge la sua attività con specifico riferimento alle problematiche di diritto commerciale internazionale, societario e della famiglia.

Presidente e socio fondatore della Camera Minorile di Padova, associazione di avvocati aderente all’UNCM Unione Nazionale Camere Minorili.Mediatore civile presso la Curia Mercatorum di Treviso (2012) e dell’organismo di mediazione dell’Ordine degli Avvocati di Padova.

È socia di Assoreti PMI dal 2013, dal 2018 delegata provinciale per Padova

AIGLI Associazione Internazionale Giuristi di Lingua Italiana.

Cerchi un copywriter SEO expert?

Valeria D'Esposito