Il borgo di Cautano in provincia di Benevento accoglie una comunità che conta circa 2mila abitanti per un territorio prospero e ricco di prodotti DOCG. Siamo nel Parco regionale del Taburno, ai piedi del massiccio calcareo Taburno-Camposauro dell’Appennino Campano.

Cautano è anche una delle zone più caratteristiche e idonee per il turismo esperienziale in Campania, perché qui è possibile scoprire un territorio autentico e preservato di media montagna, e degustare l’ottima cucina contadina con i prodotti a chilometro zero di alta qualità. La gastronomia locale annovera specialità come la pancetta e il filetto di maiale pezzato affumicato al faggio, le molteplici preparazioni a base di patata interrata, i peperoni imbottiti con Grano antico Risciola, e la zuppa di patate con cotechino affumicato.

Taburno Experience, un brand per rivalutare il borgo di Cautano

Cautano sta conquistando sempre maggiore approvazione da parte di esperti e di delegazioni internazionali con la sua produzione tipica, riportata in auge grazie ad un antico metodo di conservazione. Un’opera di rilancio e di promozione attuata dall’amministrazione locale con l’iniziativa denominata Taburno Experience, manifestazione atta a valorizzare il territorio attraverso il tradizionale rito della Patata Interrata di Cautano.

Taburno Experience: settembre a Cautano con la tradizionale festa della patata di montagna.

Una delle cose più interessanti da fare a Cautano è visitare i campi con i produttori della Comunità del Cibo; soprattutto tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno, quando si può assistere al Rito della Patata Interrata del Taburno.

Con la prima luna calante di settembre i contadini raccolgono le patate di montagna, le lasciano asciugare per circa una settimana in grotta, e successivamente le collocano sotto terra. Le zone adibite alla conservazione sono perlopiù terreni pendenti; gli scavi che ospitano le patate hanno profondità di circa 70 cm e sono rivestiti di felci e paglia. Queste fosse sono in grado di accogliere un quantitativo di tuberi che può variare tra 1 e 2 quintali.

Un tecnica un tempo utilizzata per prevenire furti ad opera dei briganti, e oggi ripresa allo scopo di conservare le patate nella maniera più genuina possibile, assicurando ai tuberi il mantenimento della freschezza e l’arricchimento costante di oligoelementi fino alla successiva primavera. Le patate “interrate” quindi riescono a superare le rigide temperature invernali maturando sotto terra, mantenendo intatte proprietà organolettiche e gusto. Particolarmente ricche di amidi, presentano buccia rossa e polpa bianca molto compatta.

L’antico rito della Patata Interrata di Cautano come da tradizione contadina è stato recuperato grazie all’impegno di Slow Food. Una tecnica di conservazione ereditata dalle esperienze e dalle culture locali, che originariamente veniva celebrata come ringraziamento per i raccolti, e successivamente ricordata in occasione di fiere, mercati contadini e feste tipiche.

Taburno Experience, pomeriggio in vigna e degustazione di Falanghina, Coda di Volpe e Aglianico

Durante il tour Taburno Experience – la Patata Interrata di Cautano, noi di Visit Campania insieme ad altri esponenti della stampa, delegazioni straniere e food blogger specializzati, abbiamo avuto modo di visitare anche la vigna “Terre Caudium”.
Davanti ad un paesaggio mozzafiato, la famiglia di Carmine Caporaso ci ha accolti con un banchetto di degustazione ricco di vino, salumi, formaggi e gustose focacce. Terre Caudium si fregia di una produzione di circa 10.000 bottiglie partita nel 2007, ottenuta da 2200 piante tra falanghina e coda di volpe e 1000 piante di aglianico, che si estendono su 3 ettari e mezzo di terreno.
Filari allevati a spalliera si rincorrono su terreni argillosi e sciolti per tutto l’areale, regalando alla vista un panorama sorprendente. Questo a riprova che non si può andare sul Taburno e non visitare qualche pregiata vigna.
Tra la selezione di vini di origine controllata la Taburno Falanghina DOC giallo paglierino dal sapore asciutto e armonioso; la Taburno Coda di Volpe DOC di colore giallo e caratterizzata da sentori agrumati; il Merum Aglianico del Taburno DOC rosso violaceo, con affinamento in botti 225 lt. di rovere francese per 11 mesi, piacevole ed elegante dal tannino vellutato.

Taburno Experience è un Press tour organizzato dal Comune di Cautano grazie al contributo della Regione Campania nell’ambito del POC 2014-2020.
L’evento ha avuto luogo con la collaborazione di Pro loco Cepino-Prata Cautano; Slow Food Taburno con le Comunità del Cibo; gli Allevatori e Produttori del Taburno e Produttori della Patata Interrata; con il patrocinio morale dell’Ente Parco Regionale del Taburno-Camposauro e del Consorzio Gal Taburno, a cui hanno partecipato anche le delegazioni di Slovenia, Ungheria, Svezia, Polonia e Cipro.

Valeria D'Esposito

Valeria D'Esposito

Jewelry & Travel Blogger at Pizzo Cipria e Bouquet
Orafa e Turista fai da me con un forte attaccamento alla terra d'origine, scrivo di viaggi e di gioielli su magazine di settore e sul mio blog Pizzo cipria e Bouquet e lavoro come web writer freelance. Non mi stanco mai di esplorare la Campania.
Linkedin
Valeria D'Esposito