FESTIVAL DELLE INTERCONNESSIONI SENSORIALI

Presso l’Enoteca Provinciale “Vigna Felix” di Caserta, è stato presentato il progetto finanziato dalla Regione Campania “Formicola Borgo DiVino”. L’evento che si svolgerà dal dal 7 al 28 aprile, ha come focus la valorizzazione del territorio, infatti, attraverso l’enoturismo propone di creare delle interconnesioni sensoriali che possano divulgare le bellezze architettoniche ed enogastronomiche della provincia di Caserta e di tutta la Campania.

La rassegna è rivolta alla promozione del vitigno Casavecchia, da cui se ne ricava l’omonimo vino. Questo vitigno ha origini antichissime nell’insediamento di Trebula Balliensis infatti è stato citato da Plinio il Vecchio nel XIV libro della Naturalis Historia. Una leggenda narra che sia stata ritrovata una vite centenaria accanto ad un rudere e poi man mano che veniva allevata e le sue uve utilizzate per la produzione di vino, tutti gli abitanti cominciarono a farne grande richiesta tanto da affermare: “jamme a piglià l’uva e chella casa vecchia”, da qui l’origine del nome.

All’incontro con i giornalisti erano presenti il presidente della Camera di Commercio Tommaso De Simone, il sindaco di Formicola Michele Scirocco, il presidente della Coldiretti Manuel Lombardi, gli architetti Giuseppe Miraglia e Rosalba Aurilio, il componente del Consorzio Vitica nonché titolare dell’azienda vitivinicola Il Verro Cesare Avenia. A moderare l’incontro la giornalista Maria Beatrice Crisci.

Si è complimentato con il primo cittadino il presidente della Camera di Commercio Tommaso De Simone: «Grazie al sindaco per aver promosso un progetto che mette al centro un territorio che è quello di Formicola con dei temi ancora più interessanti, temi che sono di sviluppo della nostra economia».

Per il sindaco Michele Scirocco: «Il nostro è un territorio che ha molto da dare e non solo come prodotti agroalimentari. Noi puntiamo molto sul vino Casavecchia, ma ci sono anche bellezze architettoniche che meritano di essere visitate e scoperte e questa iniziativa potrà sicuramente essere da volano».

Per Manuel Lombardi «sarà un’occasione per presentare il territorio per quello che è realmente e per quanto di buono e sano c’è. Sarà anche l’opportunità di raccontare le grandi eccellenze enogastronomiche che abbiamo, ma per farlo dobbiamo capire che oggi il lavoro è cambiato, oggi si devono mettere insieme competenze intellettuali e manuali: è la cosiddetta “mentedopera”».

Per l’Ing. Cesare Avenia «fare prodotti del territorio, significa stare da parte dell’ambiente, quindi preservare il patrimonio naturalistico che caratterizza la nostra regione».

Per l’Arch. Rosalba Aurilio, «sarà l’occasione per comunicare a tutti un messaggio tramandato da mio padre: le mie radici sono le “mie” quindi devo farle crescere».

Il via, dunque, domenica 7 aprile alle ore 12  in Piazzetta Carafa con l’iniziativa «Dal latte al conciato romano. I segreti della caseificazione». Una degustazione del vino Casavecchia e del formaggio Conciato Romano a cura dell’Azienda Agrituristica «Le Campestre». Alle 18  presso il Chiostro dell’Abbazia dei Verginiani, una degustazione guidata del vino Casavecchia Doc a cura dell’Azienda Vitivinicola Il Verro di Formicola e delle aziende facenti parti del circuito «Le strade del vino Casavecchia di Pontelatone» accompagnato dai prodotti tipici del territorio e con la partecipazione della A.I.S. Caserta. A seguire jazz sotto le stelle con il Virginia Sorrentino Quartet.

Sabato 13 Aprile alle ore 18 presso la Tenuta Carafa, Ser Venovan in wine #PianoPreparato & #DOPAonde concert. A seguire Note…di Casavecchia Doc a cura dell’Azienda Vitivinicola Il Verro di Formicola e delle aziende facenti parti del circuito «Le strade del vino Casavecchia di Pontelatone» accompagnato da piatti tipici a cura di «Tenuta Carafa» e prodotti tipici locali tra cui il conciato romano de «Le Campestre», la mozzarella di bufala de «La Baronia», il miele di «Apicoltura DAVÌD». L’iniziativa vedrà la partecipazione della A.I.S. Caserta.

Domenica 14 Aprile presso l’azienda vitivinicola Il Verro è in programma «Cantine aperte: dalla conoscenza del vigneto alla degustazione». Alle ore 10 la visita guidata dell’azienda vitivinicola Il Verro con passeggiata tra i vigneti e visita della bottaia.

Alle ore 11 il Convegno «Agricoltura biologica: innovazione e sostenibilità nel contesto climatico attuale». Alle ore 12 degustazione vini Il Verro accompagnata da assaggi di prodotti tipici locali. Alle ore 15 la visita guidata all’azienda con passeggiata tra i vigneti e visita alla bottaia. Alle ore 16, poi, il convegno «I vitigni autoctoni: opportunità e rischi in una viticultura in evoluzione». A seguire una degustazione con i vini Il Verro accompagnata da assaggi di prodotti e piatti tipici. Quindi, Pietro Bentivenga accordeon concert.

Sabato 27 aprile alle ore 18 presso l’agriturismo Monte Maggiore sarà la volta dell’iniziativa «Chef per un giorno». Un workshop sulla preparazione di piatti tipici del territorio che si abbinano al vino Casavecchia Doc con degustazione a cura dell’Azienda Agrituristica «Monte Maggiore». Solo per questo evento è necessaria la prenotazione. A seguire passeggiata sotto le stelle tra i suoni del Jazz…

La kermesse “Formicola, Borgo DiVino” si concluderà domenica 28 aprile. Due gli appuntamenti. Alle ore 19 l’esibizione di #freestyle e alle 21 Vale Lambo in concert. Entrambe le iniziative si svolgeranno in piazza Senatore Fusco.

Fortuna Nuzzo

Teacher & Sommelier at Vita da Sommelier
Insegnante di Professione. Sommelier per Passione. Alla base della mia continua ricerca dell' “ ệtre humain” e alla base della “découverte” di luoghi incantati: i Cinque Sensi. Vi condurrò in un delizioso viaggio tra cultura e palato, Morso dopo Morso....Sorso dopo Sorso....
Fortuna Nuzzo