A San Nicola La Strada il pane fatto in casa e le antiche tradizioni in festa

Presentata ieri presso i locali dell’Enoteca Provinciale della Camera di Commercio di Caserta la Festa del Pane Canestrato di San Nicola La Strada (CE).

Il pane fatto in casa come una volta, un impasto morbido messo a crescere nelle canestrelle.

Una tradizione rinnovata negli anni grazie all’impegno della Pro Loco San Nicola la Strada retta dal presidente Carlo D’Andrea, con l’adesione dell’amministrazione comunale: quest’anno la Festa del Pane Canestrato di San Nicola La Strada si avvale del contributo della Regione Campania attraverso il Programma Operativo Complementare (POC) Campania 2014-2020 eventi per la promozione turistica e la valorizzazione culturale dei territori, a testimoniare l’accresciuta importanza della tradizione nel panorama culturale della Campania.

L’edizione di quest’anno della Festa del Pane Canestrato di San Nicola La Strada si svolgerà sabato e domenica 22 e 23 giugno presso la storica Villa Comunale Santa Maria delle Grazie, è previsto un ricco programma di laboratori, degustazioni e concerti. Nelle parole del Presidente D’Andrea il senso della festa popolare: “ Aver riportato da oltre un decennio la festa all’attenzione dei sannicolesi serve soprattutto per ricordare e celebrare la tradizione del pane fatto in casa, che si metteva a crescere nelle piccole canestre di vimini, le cosiddette canestrelle. L’obiettivo principale è tramandare ai giovani e ai nuovi cittadini le nostre origini contadine, con al centro la semplicità dei cibi ed il lavoro nella canapicoltura che ha caratterizzato S.Nicola fino al dopoguerra, una tradizione che sarà presente alla festa, grazie al contributo dell’associazione Canapa Sativa Caserta di Umberto Riccio. Il Pane Canestrato, prodotto tipico della cultura contadina veniva cotto a legna nei forni nei vecchi cortili del borgo, di proprietà ed uso delle famiglie. Il giorno dedicato alla cottura del pane era di festa per la popolazione e coincideva spesso con il sabato. Il pane fresco e i “pezzi” che venivano conservati ed utilizzati nei giorni successivi portavano allegria e preparavano al giorno domenicale, sinonimo di pranzo domenicale, più abbondante del solito”.

san nicola la strada pane canestrato

Il Sindaco di San Nicola la Strada Vito Marotta ha sottolineato come l’ottenimento di un finanziamento regionale per la festa, frutto in questi anni dell’abnegazione dei volontari della Pro Loco, riempie di orgoglio la comunità tutta e ci sprona a continuare le azioni sul recupero dell’identità cittadina, il sindaco ha voluto anche ringraziare l’ex assessore Vincenzo Mazzarella, protagonista della progettualità messa in campo e la consigliera delegata ai fondi europei Alessia Tiscione, nonchè la Protezione Civile cittadina per il suo immancabile contributo alla sicurezza delle manifestazioni. Presenti anche gli assessori Lucio Bernardo e Maria Natale, il consigliere comunale Giovanni Motta.

Festa del Pane Canestrato di San Nicola La Strada

Nell’incontro, moderato dal direttore artistico Generoso Paolella, è intervenuto anche il Presidente della Camera di Commercio di Caserta Tommaso de Simone, che ha ricordato come il rinnovo delle tradizioni aiuta anche le produzioni tipiche di Terra di Lavoro ad affermarsi sul mercati. Il pane canestrato sarà servito, oltre che con lo zucchero, anche l’olio extravergine di Oliva proveniente dai Colli Tifatini, dall’ Oliva del Tifata, di recente riconosciuta come Prodotto Agroalimentare Tradizionale ( PAT) della Regione Campania, grazie anche alla scommessa di piccole aziende come “Olio et Amo”.
Questo il programma complessivo della festa che, come ha sostenuto Luca de Simone, dell’associazione di Danza tradizionale Radici, punta anche ad una valorizzazione delle musiche e dei canti della cultura della piana casertana, unita ai suoni di interpreti di grande rilievo come Eugenio Bennato, nell’ambito del progetto Forasona e delle Ebbanesis.

Sabato 22 Giugno

ore 15:30 Apertura esposizione tematica degli antichi mestieri
ore 17:00 Apertura Stand Visite Guidate
ore 17:30 Laboratorio Dimostrativo di realizzazione del Pane Canestrato a cura della Pro
Loco San Nicola la Strada
ore 18.00 Laboratorio Dimostrativo di lavorazione della Canapa
ore 18:30 Laboratorio Danza Tradizionale Casertana
Ore 19.30 Degustazione Guidata del Pane Canestrato
Ore 20.30 Degustazione Prodotti Tipici
Ore 21.30 Presso l’Arena Comunale Ferdinando II
Progetto Forasona con la partecipazione di
EUGENIO BENNATO

Domenica 23 Giugno

ore 15:30 Apertura esposizione tematica degli antichi mestieri
ore 17:00 Apertura Stand Visite Guidate
ore 17:30 Laboratorio Dimostrativo di realizzazione del Pane Canestrato a cura della Pro
Loco San Nicola la Strada
ore 18.00 Laboratorio Dimostrativo di lavorazione della Canapa
ore 19.30 Degustazione Guidata del Pane Canestrato
ore 20.30 Degustazione Prodotti Tipici
ore 21.30 Presso l’Arena Comunale Ferdinando II
EBBANESIS ( Viviana e Serena) in Concerto

In entrambe le giornate dalle ore 18.00 alle 20.00 Animazione Teatrale itinerante a cura della Associazione Culturale 30 Allora.

Info point, stand enogastronomici e di artigianato in seta di San Leucio.

Il comune di San Nicola La Strada e la Villa Comunale

La Villa Comunale Santa Maria delle Grazie è un luogo di interesse storico e artistico del comune di San Nicola la Strada, situata nel vecchio giardino del Real Convitto – Orfanotrofio istituito dai Borbone nel 1837. La fontana situata nella Villa era committenza reale per una delle vasche di raccolta della cascata della Reggia di Caserta, lungo il percorso della grande vasca di Cerere e Atteone, ma non piacque al sovrano e quindi collocata in questo giardino. All’interno è presente un’Arena Comunale Borbonica dedicata a Ferdinando II capace di ospitare 400 spettatori.

Leggi anche: Visitare Reggia di Caserta e Feste e Sagre in Campania

Valeria D'Esposito

Artigiana orafa per vocazione e blogger per passione con un forte attaccamento alla mia terra d'origine. Scrivo di gioielli su magazine di settore, sul mio blog personale Pizzo cipria e Bouquet, sono giornalista, smm e web writer freelance.
Non mi stanco mai di esplorare la Campania.
Valeria D'Esposito