Visitare Caserta: i bus turistici che collegano Reggia di Caserta, San Leucio e Casertavecchia

Dal I marzo 2019 partiranno le corse dei bus della linea 108 del trasporto pubblico locale, assicurato a Caserta dalla Clp (circolare), che collegheranno tra di loro i più importanti siti turistici della città.

“Tutti potranno fruire pienamente delle bellezze dei siti riconosciuti Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco e di una visita nella unicità del quartiere storico di Casertavecchia” – assicura il Sindaco Marino –

Il servizio sarà attivo dal lunedì alla domenica, escluso il giorno di chiusura dei due siti Unesco martedì, con la prima corsa in partenza da piazzetta Gramsci, a ridosso della Reggia e a circa 400 metri dalla stazione ferroviaria di Caserta, alle ore 11.30 e l’ultima corsa alle ore 14.30, per un totale di 4 corse. Il capolinea di ritorno sarà invece quello di Casertavecchia, nei pressi della Chiesa di San Rocco.

Leggi anche: 10 cose da vedere a Caserta e Dormire vicino alla Reggia di Caserta: la guest house di charme

Belvedere di San Leucio

Il capolinea di ritorno sarà invece quello di Casertavecchia, nei pressi della Chiesa di San Rocco. Le fermate intermedie toccheranno varie strade del centro, delle frazioni e anche le immediate adiacenze alle strade di accesso in città, al servizio di ogni possibile esigenza dei viaggiatori.
I biglietti  si potranno acquistare  presso  l’info point  di Caserta Welcome che provvederà a dare ai turisti ogni informazione utile sui siti da visitare  in lingua inglese, francese e giapponese, oltre ad una mappa della città di Caserta

Inoltre, a  supporto del  servizio navetta  l’info point Caserta Welcome fornirà ai turisti dei servizi aggiuntivi quali la  vendita dei biglietti di ingresso del belvedere di San Leucio ed una visita guidata dedicata. Costo: 15 € che include Bus/Biglietto/guida al belvedere di san Leucio Costo del bus 2.20

Da ricordare che al Belvedere di San Leucio è obbligatorio ticket + guida perchè non è possibile effettuare il giro in autonomia.

Duomo di Casertavecchia

Visitare Caserta con bus turistico: orari e itinerario

Nell’occasione, l’Amministrazione comunale rammenta che presso il Belvedere di San Leucio le visite guidate per gruppi si effettuano su prenotazione, previo contatto telefonico ai numeri 0823/301817-273151. Il percorso di visita, che comprende la Sezione di Archeologia Industriale, gli Appartamenti Storici e i Giardini Reali (chiusi in condizioni di maltempo per motivi di sicurezza), è sempre guidato e dura 1 ora circa.
Il costo dei biglietti: Biglietto intero, 6 euro a persona; Biglietto per gruppi, se di numero superiore a 25 persone, 3 euro a persona; Biglietto ridotto, per giovani con età compresa tra i 6 e i 18 anni, persone di età superiore ai 60 anni, docenti di scuole e delle università di Stato, giornalisti muniti di tessera dell’Ordine, militari ed assimilati in divisa, studenti universitari muniti di libretto, cittadini residenti iscritti all’anagrafe di Caserta con apposito documento di riconoscimento; scolaresche, 3 euro a persona; Biglietto per la visita alla Casa del Tessitore, 1 euro a persona; Biglietto Omaggio per portatori di handicap e loro accompagnatori, minori di 6 anni di età.
Il costo minimo per la visita guidata è di 15 euro, 1 euro a persona per gruppi di minimo 15 persone.

Leggi anche: San Leucio e seterie borboniche e il Borgo di Casertavecchia

Il Belvedere di San Leucio è aperto tutti i giorni, tranne il martedì pomeriggio, dalle ore 8.00 alle ore 18.00.
L’orario domenicale e dei giorni festivi è il seguente: Ore 9.30-13.00; Ore 15.00-18.00.
Gli orari di visita del Museo della Seta del Belvedere di San Leucio sono i seguenti: Mattina, Ore 9.30 – 10.45 – 12.00;
Pomeriggio, Ore 15.00 – 16.30 (ORARIO INVERNALE); Ore 15.30 – 17.00 (ORARIO ESTIVO)

Valeria D'Esposito

Artigiana orafa per vocazione e blogger per passione con un forte attaccamento alla mia terra d'origine. Scrivo di gioielli su magazine di settore, sul mio blog personale Pizzo cipria e Bouquet, sono giornalista, smm e web writer freelance.
Non mi stanco mai di esplorare la Campania.
Valeria D'Esposito