Qualche giorno fa è stato presentato alla stampa e ai blogger del settore il calendario de ‘A Figlia d”o Marenaro, ristorante di pesce situato a Napoli, in via Foria, proprio di fronte al Real Orto Botanico e a pochi passi da San Gregorio Armeno, la zona napoletana famosa in tutto il mondo dove si esercita, si mostra e si vende l’artigianato tipico presepiale.

Il calendario è un vero e proprio lavoro di storytelling dove Assunta’A Figlia d”o Marenaro, mostra i punti salienti della sua vita e si racconta attraverso immagini e ricette di cucina napoletana.

Immagini suggestive che parlano di legami profondi con la famiglia, con il mare, e con i suoi tesori. Un modo intimo di rappresentare se stessa, e contemporaneamente un inno all’amore verso la vita, ma soprattutto verso Napoli, la “sua” città.

Oltre alla presentazione e alla suggestiva mostra fotografica, il ristorante ‘A Figlia d”o Marenaro ha messo a disposizione degli addetti alla comunicazione un ricco buffet di squisitezze, dove oltre alle preparazioni gastronomiche erano presenti anche le partecipazioni degli sponsor, tra cui: Panificio D’Auria, Birreria Spaten, Pastificio Faella, Antica Freselleria.

Tradizione e qualità nei piatti di ‘A Figlia d”o Marenaro

Il ricco buffet di finger food, si è presentato come un perfetto mix di piatti della tradizione partenopea e di sapori esotici. Infatti è stato possibile assaggiare delle mini sfogliatelle, alcune con ripieno di broccoli e salsiccia ed altre con ripieno di ricotta e salame; mini frolle agrodolci; polpo all’ananas; cubetti di salmone grigliato con friarielli; triangoli di pizza con la scarola; un soffice Danubio; delle tartine con frutta; bocconcini di mozzarella e pomodoro aromatizzati al basilico; finger di salsa tonnata con capperi e olive; bocconcini di mozzarella con salmone e fiori eduli. Ad accompagnare gli assaggi, i vini di Cantine Mustilli, storica azienda beneventana che trova sede a nell’antico Borgo di Sant’Agata de’ Goti.

Alla mescita, Aglianico Sannio DOC, dal colore rosso rubino carico e dal profumo intenso e persistente di frutta nera e rossa, con finale speziato ed una Falanghina Del Sannio Sant’Agata De’ Goti DOC, dal colore giallo paglierino con riflessi dorati. Al naso intenso e fruttato in particolare di mela annurca  e frutta tropicale, sorso fresco e persistente.

‘A Figlia d’’o Marenaro, ristorante di pesce a Napoli

Assunta, alias ‘A Figlia d’’o Marenaro, ha raccontato il suo percorso lungo e non facile attraverso le immagini. Un percorso che l’ha portata oggi ad essere riconosciuta in tutta Italia come una delle più famose ristoratrici di Napoli, per l’alta qualità della sua offerta gastronomica.

Noi di Visit Campania auguriamo tanti altri “calendari”, che simboleggiano successo e celebrazione, con la promessa di tornare presto a degustare i suoi magnifici piatti, in particolare la famosissima zuppa di cozze.

Valeria D'Esposito

Valeria D'Esposito

Jewelry & Travel Blogger at Pizzo Cipria e Bouquet
Orafa e Turista fai da me con un forte attaccamento alla terra d'origine, scrivo di viaggi e di gioielli su magazine di settore e sul mio blog Pizzo cipria e Bouquet e lavoro come web writer freelance. Non mi stanco mai di esplorare la Campania.
Linkedin
Valeria D'Esposito