La Campania presenta una miriade di bellezze ed una di queste è certamente la città di Salerno.
Situata tra la costiera amalfitana e la piana del Sele, essa si affaccia sull’omonimo golfo del Mar Tirreno. Grazie alle sue numerose attrazioni e tradizioni, Salerno viene visitata da tantissimi turisti in ogni periodo dell’anno.

Buongiorno da Salerno con uno scatto di @stefano_fresolone

A post shared by Valeria D'Esposito (@visitcampania) on

Ecco alcune tappe da fare a Salerno:

Il Duomo di Salerno. Conosciuto anche come Chiesa di San Matteo (in quanto contiene le spoglie di San Matteo), esso ha origini risalenti al 1084: venne inaugurato in seguito alla consacrazione di Papa Gregorio VII e fu ideato dal Vescovo Alfano I. Ciò che possiamo ammirare oggi è però un Duomo ristrutturato, poiché nel 1688 ci fu un forte terremoto che distrusse molte componenti.
Molto apprezzato dai turisti è anche il campanile della Chiesa, dallo stile architettonico arabo e risalente al XII secolo.

Il Lungomare Trieste. E’ il posto ideale per fare una piacevole passeggiata ed allo stesso tempo ammirare un panorama mozzafiato. Esso collega due punti della città: il porto commerciale ed il porticciolo turistico chiamato Masuccio.

Castello di Arechi. Questo castello medievale, risalente al VI secolo è un’opera di artigiani bizantini e presenta al suo interno un piccolo museo dove sono esposte monete ed oggetti legati al passato. Nel corso della storia ha avuto una grande importanza soprattutto dal punto di vista militare: oggi invece, è un luogo dove vengono effettuati congressi ed addirittura si celebrano matrimoni di una certa portata.

Acquedotto Medievale. E’ la “perla” della città, appartenente al IX secolo e simbolo di innovazione di quel periodo perché forniva l’acqua al convento di San Benedetto, attraverso un arco ogivale che fu soprannominato il ponte del diavolo.

Via dei Mercanti. Si tratta della strada più “famosa” del centro di Salerno, in quanto dispone di numerose chiese (Chiesa di San Benedetto, Chiesa di San Giorgio, Chiesa di San Pietro a Corte) e musei, come quello archeologico provinciale ma anche il museo diocesano e l’importantissimo museo didattico della Scuola Medica Salernitana. Inoltre, è una via ricca di negozi e di conseguenza molto frequentata sia dai cittadini che dai turisti in ogni stagione.

Cosa fare e vedere a Salerno – Luci d’artista -foto Massimo Pica

Gli eventi imperdibili a Salerno:

La città di Salerno, oltre a presentare un vastissimo patrimonio culturale è ricca di manifestazioni, fiere (ad esempio di artigianato), sagre ed eventi tradizionali. Durante il mese di Dicembre viene svolto lo spettacolo delle luminarie, chiamato “Luci d’Artista”: vale proprio la pena visitarlo! Esso, ha luogo nel centro storico e l’atmosfera natalizia si sente moltissimo, grazie anche alla presenza delle bancarelle a tema e alla Mostra Internazionale d’Arte Presepiale. Il 17 gennaio invece, viene celebrata la “Notte del Fuoco”, una manifestazione in onore a Sant’Antonio Abate, patrono dei ceramisti.

E non si può non citare il conosciutissimo “Festival del Cinema di Salerno”, frutto di una tradizione che va avanti dal 1946 e che oggi rappresenta un punto di riferimento nella sfera cinematografica a livello nazionale.

Come arrivare a Salerno?​

Salerno è una città facilmente raggiungibile: è possibile arrivarci tramite aereo atterrando all’aeroporto di Napoli e poi proseguendo in auto prendendo l’Autostrada A3 Napoli-Salerno o Salerno-Reggio Calabria. Si può raggiungerla in treno e anche con il traghetto. Quest’ultimo mezzo consente di viaggiare da e verso Calabria, Sicilia, Sardegna ma anche Spagna e Tunisia.

Valeria D'Esposito

Valeria D'Esposito

Jewelry & Travel Blogger at Pizzo Cipria e Bouquet
Orafa e Turista fai da me con un forte attaccamento alla terra d'origine, scrivo di viaggi e di gioielli su magazine di settore e sul mio blog Pizzo cipria e Bouquet e lavoro come web writer freelance. Non mi stanco mai di esplorare la Campania.
Linkedin
Valeria D'Esposito