La tradizione delle ceramiche a Capri ha radici antiche, che fanno riferimento alle più famose città campane dove questa arte si è affermata creando scuole importanti, Napoli e Vietri sul Mare.

La tradizione artigianale, divenuta una delle eccellenze delle arti della Campania, viene praticata in maniera professionale in varie zone della regione, e grazie ad essa sono tanti i negozi e laboratori che producono e vendono souvenir e pezzi d’arte.

Nel corso dei secoli la ceramica artistica in Campania si è arricchita di tanti motivi ornamentali, a partire dal pavone e dalla palma. La produzione cinque-seicentesca di maioliche per decorare edifici, cupole e pavimenti, presentava una palette incentrata sul marrone, mentre il turchese dominava i decori paesaggistici.

Oggi le ceramiche artistiche a Capri sono perlopiù caratterizzate da motivi che richiamano l’ambiente marino, con colori vivi e contrasti cromatici che rispecchiano tutta la loro essenza mediterranea.

Attraverso Instagram sono venuta in contatto con Maria Pia Ferraiuolo, ceramista di Capri, la quale mi ha raccontato come è nata la sua passione e come trae ispirazione per i pezzi d’arte che crea nel suo laboratorio isolano.
L’idea di CeramiCapri nasce nel 2006. L’intenzione è di diffondere i colori, la cultura e le tradizioni della “terra” caprese e dare la possibilità a tutti di avere un manufatto originale realizzato sulla bellissima isola.

Vuoi farti promuovere su Visit Campania?

Capri ceramiche artistiche

Maria Pia Ferraiuolo vive a Capri ed è un’artista ceramista. Il suo lavoro consiste nel lavorare la creta per trasformarla in oggetti e opere d’arte. La sua passione per la ceramica artigianale nasce già dall’età di 16 anni, come evoluzione della capacità innata di sapere e volere esprimersi attraverso il disegno e l’abilità creativa.

L’opportunità di imparare la pratica l’ha avuta in seguito mediante l’affiancamento con un maestro ceramista dell’isola di Capri.

Maria Pia sente che quella è la sua strada, quindi decide di continuare ad espandere conoscenze e ispirazioni interessandosi all’arte antica della decorazione su maiolica, ed è subito amore.

In un crescendo di sensazioni e di passione nel plasmare la materia, apprende come si lavora la creta, l’uso degli smalti e il funzionamento del forno ceramico.

teiera “Distanziamento Sociale”

Per lavorare la ceramica ho dovuto imparare ad avere pazienza. Per ottenere buoni risultati bisogna sostenere lunghe attese a causa dei vari passaggi che richiedono tempo.

Maria Pia Ferraiuolo

Con la sua Ceramicapri Maria Pia si cimenta anche nella decorazione su piastrelle. riprendendo disegni dalle vecchie maioliche capresi e da vecchi oggetti di uso comune come piatti e vasi.

“L’ispirazione viene naturalmente dal posto in cui vivo.” – mi racconta. “L’isola è satura di forme e colori, specialmente l’azzurro che del mare che riporto nelle mie creazioni quasi sempre a tema marino.”

Maria Pia viene supportata in quest’attività dalla famiglia, i suoi primissimi fans e fruitori che a loro volta hanno coinvolto conoscenti ed amici condividendone il lavoro. Attualmente, con le sue opere si rivolge ad una platea più ampia che ama l’arte e le forme originali.

La sua opera “di punta”, se così si può definire, è la teiera intitolata Distanziamento Sociale presentata nell’ambito dell’evento “Artè le forme del te” che ha partecipato alla manifestazione Matres 2020, una manifestazione che ha coinvolto più di 300 artiste in tutto il mondo.

La teiera è composta in cotto bianco, modellata nella tecnica del colombino, lastra ed embrossing. Decorata con cristallina colorata e smalti reagenti ad effetto, l’intento dell’opera è quello di riprendere l’argomento spinoso e attuale del distanziamento sociale.
La scultura è tattile e risulta in alcuni tratti pungente ed in altri liscia, per evidenziare il bisogno umano del contatto. I tentacoli invece hanno il compito simbolico di accentuare il concetto della paura per lo sconosciuto e l’attaccamento alla vita.

Maria Pia è affascinata dal modernismo catalano, e cita le forme ed i colori del parco Guell a Barcellona, realizzato da Gaudì, come una delle opere d’arte più belle e interessanti che abbia mai visto. A suo parere le maioliche colorate che ravvivano il paesaggio, donano a questo progetto un fascino unico e particolare.

ciotola Bolle di CeramiCapri

Laboratorio di ceramiche artistiche interamente fatte a mano

Il laboratorio di ceramiche capresi di Maria Pia Ferraiuolo nasce come fucina dove si creano idee, prendono forma le ispirazioni, si costruiscono manufatti con tutta la cura e l’attenzione che richiedono. Per questo motivo esso non costituisce un indirizzo prettamente commerciale dove trovare souvenir o poter sfogliare un catalogo.

CeramiCapri è un indirizzo per amanti del fatto a mano di alto profilo, dove l’anima di Maria Pia si esprime in libertà per realizzare pezzi unici.

Ringrazio Maria Pia per la disponibilità e la gentilezza, con la promessa di incontrarci presto.

Conosco ed apprezzo il progetto Visit Campania e sono onorata di aver ricevuto questa intervista. Credo che sia una bella iniziativa e che dia luce al mondo artistico e artigianale che ultimamente è stato un po’ abbandonato. La creazione che dedicherei a Visit Campania è la mia Ciotola Bolle, bianca e blu come i colori della mia isola.

Maria Pia Ferraiuolo, CeramiCapri

Contatti: su facebook la pagina @CeramiCapri e il profilo personale
Ferraiuolo Maria Pia. Su instagram @ceramicapri_ .
Sito web: www.ceramicapri.it

Valeria D'Esposito