Da qualche anno il mondo degli acquisti è stato rivoluzionato dall’introduzione dei pagamenti in mobilità, particolarmente comodi da utilizzare specialmente quando si è in viaggio.

Negli ultimi tempi se ne parla molto in termini pratici, vista la diffusione sempre più larga di questi innovativi sistemi di pagamento. Un’innovazione considerata necessaria, soprattutto se si considerano le molteplici occasioni d’uso e la tipologia di dispositivo utilizzato.
In particolare, le occasioni d’uso si distinguono tre grandi categorie, ovvero il commercio elettronico, i pagamenti in tempo reale, ed il trasferimento di denaro. Per quanto riguarda invece le tipologie di dispositivo da cui si effettuano i pagamenti, esse si distinguono in smartphone, PC, tablet e POS.

Quanto è diffusa la pratica di partire per un viaggio o girare per le città senza preoccuparsi di portare tanto denaro in tasca?

Per rispondere a questa domanda basti pensare che l’attenzione sui cosiddetti pagamenti in mobilità sta crescendo in maniera esponenziale, così come la consapevolezza che questi strumenti costituiscono ormai la strada più comoda e veloce verso il futuro.

In particolare Nexi (ex CartaSi) sta contribuendo a sviluppare la cultura dei pagamenti digitali in Italia, coniugando la sua esperienza nel mondo delle carte di credito con i più avanzati nuovi standard tecnologici.
Particolarmente apprezzati i vantaggi del POS, la soluzione ideale per i pagamenti in mobilità in termini di sicurezza e versatilità. Grazie alla costante ricerca in cui Nexi ha investito nel settore dei pagamenti in mobilità, è sempre più facile fare acquisti senza scambio di moneta fisica in situazioni un tempo impossibili, come ad esempio nei mercati o in eventi fieristici, o anche solo prenotare il taxi senza preoccuparsi di avere con sé denaro contante.

Concludendo, questa tipologia di servizi è considerata dalla comunità molto utile e degna di tutela, oltre che sempre più di largo utilizzo. Basti pensare che la normativa riguardante il ticketing per il trasporto autorizza il “pagamento di servizi di parcheggio, bike sharing, accesso ad aree a traffico limitato e di analoghi sistemi di mobilità e trasporto” consentendo “la bigliettazione elettronica attraverso strumenti di pagamento in mobilità”.

Leggi anche: Centro Commerciale Campania, shopping e ristoranti per tutta la famiglia e Borghi campani: San Lorenzello e le sue ceramiche

Valeria D'Esposito

Artigiana orafa per vocazione e blogger per passione con un forte attaccamento alla mia terra d'origine. Scrivo di gioielli su magazine di settore, sul mio blog personale Pizzo cipria e Bouquet, sono praticante giornalista, smm e web writer freelance.
Non mi stanco mai di esplorare la Campania.
Valeria D'Esposito